Non emigrò a Sion e fu sterminato ad Auschwitz, il Rebbe disse loro di non immigrare.

Risposta > Categoria: Fede > Non emigrò a Sion e fu sterminato ad Auschwitz, il Rebbe disse loro di non immigrare.
Imbarazzato dall'imbarazzo Chiesto 5 mesi fa

La mia famiglia era contenta di tornare a Sion. (Seguendo l'odio dei Gentili in giro, erano ricchissimi e non mancavano di nulla)
Il Rebbe disse loro di rimanere in esilio e promise che sarebbe stato bello.
Credi che il rebbe non sia tornato a Sion ed Efraim ad Auschwitz il XNUMX e il sangue del loro seme anche dal rebbe che ha promesso ea causa della loro promessa è stato distrutto.

Ma in Geremia XNUMX al contrario i falsi profeti incoraggiano il ritorno di Sion e Geremia nel nome di Dio dice no.
Solo altri 70 anni
E ora la tendenza è invertita, a Babilonia probabilmente costruiremo case e sposeremo donne. E i gerosolimitani al massacro e alla fame.

Allora cosa è giusto?
Ritornare a Sion o viceversa stabilirsi in esilio?

lascia un commento

1 Risposte
mikyab Personale Risposta 5 mesi fa

Questa è una frizione dura. Tutto da solo. Un rebbe che ha detto che la sua opinione non doveva venire fuori per le sue ragioni, ha detto qualcosa di del tutto legittimo. Ciò che alla fine è andato storto non lo obbliga al risultato. Il sangue di nessuno è sulle sue mani. Se ha fatto promesse irresponsabili, forse di più.
Per quanto riguarda i profeti, dicono cose profetiche, quindi c'è una discussione completamente diversa. Se promettono qualcosa è nel nome del Signore.
In generale, la risposta alla domanda se immigrare non è sempre la stessa. A volte è giusto salire e altre volte no. Sebbene ci sia un comandamento per stabilire la terra, ma un profeta rimuove qualsiasi cosa dalla Torah nell'Olocausto oa ore.

lascia un commento